Brisighella, un delizioso borgo medievale

Uno dei borghi più belli d'Italia racchiude in se tutto il fascino di un passato lontanissimo: vicoli in pietra, balconi decorati e una Rocca bellissima

Brisighella, un delizioso borgo medievale

S

ituata a soli 10 km da Faenza, sulle prime colline della Valle del fiume Lamone, lungo la statale 302 che collega la città romagnola a Firenze, il delizioso borgo di Brisighella è sovrastato da tre caratteristici pinnacoli di roccia selenitica, su ciascuno dei quali sorge un edificio.

Il primo è la Rocca, costruita attorno al 1310 da Francesco Manfredi e modificata dai veneziani durante i primi anni del Cinquecento. Particolarmente affascinante il Torrione Veneziano e il Torricino, risalente al 1300.

Dalla rocca parte una piccola stradina che conduce al secondo pinnacolo con la Torre dell'Orologio risalente al 1290 e successivamente ristrutturata in svariate occasioni.

Sull'ultimo pinnacolo è possibile ammirare il settecentesco Santuario mariano del Monticino.

Il gioiello più prezioso del borgo, inserito tra i più belli d'Italia dalla ormai celebre guida omonima, è sicuramente  l'antica Via degli Asini: una strada sopraelevata, abitata e coperta da un basso soffitto in travi di legno.

La luce raggiunge questi luoghi attraverso una serie di archi di ampiezza diversa.

Le decorazioni delle balconate in oro sono particolarmente suggestive, e riproducono la luce solare a diverse angolazioni.

Da questo punto parte un sentiero ripido e panoramico che arriva fino alla Torre dell'Orologio.

A circa 2 chilometri dal centro del paese si trova la Pieve del Tho, le cui origini sono ipotizzabili nel periodo fra l'ottavo e il decimo secolo.

Si ritiene sia stata edificata per ordine di Galia Placidia, la figlia dell'imperatore d'Oriente Teodosio,  sui resti di un tempio dedicato a Giove Ammone.

Lo stile è chiaramente romanico, a tre navate sorrette da 11 colonne, tutte diverse tra loro, ed è' possibile visitarla solamente nei giorni festivi.

Articoli correlati

Image Description

Le Ceramiche di Faenza

Faenza è nota al mondo come capitale delle ceramiche e la sua scuola fonde tradizione e modernità